Divano

Era estate.

Fuori c’era un caldo atroce, e la mia macchina non ha l’aria condizionata (se per quello non ha nemmeno l’abs e il servosterzo).

In giro non c’era nulla da fare.. a quel punto perchè non andare a casa tua, che su sky c’è sempre qualcosa da vedere..

Casa, condizionatore on, sky on, eleonora sulla destra, telecomando sulla sinistra.

Delusione!! non c’è nulla nemmeno su sky, che palle! che si fa amor?

E lì, mi hai guardato con degli occhi non tuoi.

Così profondi, così sbarazzini. Avevi voglia di giocare, tanta voglia.

Così, sempre guardandomi fisso negli occhi, mi hai slacciato i pantaloni; fatto scivolare la mano dentro i boxer e hai incominciato a decidere che tipo di gioco fare.

Io sul divano, nudo dalla cinta in giù.

Tu in ginocchio davanti a me, completamente nuda.

Hai incominciato a baciarmi sul cazzo, per poi prenderlo tutto in bocca.

Sapevi bene come farmi arrivare fino all’apice dell’orgasmo senza mai farmelo raggiungere, tenendomi in un limbo di piacere. Sapevi anche che quello era un piccolo acconto per i miei servigi, che non tardarono ad arrivare.

Ora sono nudo pure io, ti faccio salire sul divano.

Ti costringo a stare quattrozampe, contemplo il tuo culo così rotondo e la tua figa che grida piacere.

È il mio turno di giocare. Ti strofino il mio lui addosso.

Ogni volta che mi avvicino ti sento fremere.

È finito il tempo dei giochi,
ti penetro con forza,
spinte forti e regolari,
ti porto sull’orlo dell’orgasmo, senza farti mai venire.

Finchè mi supplichi,
mi ordini,
di farti godere.

Vieni, e con uno schizzo bagni il divano.
Stravolta, ti corichi su un fianco.

Rimango in piedi a guardarti, mia piccola opera d’arte.

Finché tu incominci a guardare me, con gli stessi occhi di prima, mi fulmini.
Un brivido mi percorre la schiena.

Con un scatto ti giri verso di me.
Lo riprendi in bocca, avida.

Vuoi che venga, lo leggo dai tuoi occhi.

Passo una mano fra i tuoi capelli, le dita si stringono attorno la tua coda di cavallo, che tiro con forza mentre vengo.

Uno schizzo di me cade sul divano, proprio dove l’avevi bagnato prima tu.
Strano destino il nostro.
Così simili, seppur molto diversi.

Ci siamo amati.

Immerse your soul in love

Annunci
Contrassegnato da tag , , ,

4 thoughts on “Divano

  1. Sophieboop ha detto:

    Che bello. Complimenti.
    So*

  2. SuS ha detto:

    Grazie mille!!
    Così mi fai arrossire!!

  3. Sophieboop ha detto:

    No, sul serio, me lo sono visto scorrere nel cervello e mi sono anche un po’ e…mozionata 🙂
    So*

  4. SuS ha detto:

    ecco.. ora arrossisco.. 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: